Reti inviolate tra Anconitana e Grottammare

U.S. Anconitana > News > Reti inviolate tra Anconitana e Grottammare

Finisce a reti bianche il match al Del Conero. Il Grottammare blocca sullo 0-0 l’US Anconitana che si ritrova le polveri bagnate dopo la partita di coppa. Gli uomini di mister Ciampelli accusano nelle gambe e nella testa la fatica per il terzo impegno in sette giorni e non riescono a scardinare il fortino ospite. Non bastano dieci corner battuti per trovare il guizzo giusto. E quando attaccano ai dorici sembra sempre mancare un centesimo per fare una lira. I biancorossi infatti comandano il gioco e ci provano tutta la partita ma mai davvero con la giusta rabbia agonistica. Tutto a favore del Grottammare che si difende con ordine e grinta lasciando davvero pochi spazi ad Ambrosini e compagni. Dopo tre giornate la squadra di Manoni eguaglia infatti l’Anconitana come difesa meno perforata (zero reti subite nei primi 270 minuti di campionato) e non è certo un caso che gli attacchi dorici vanno a sbattere sul muro eretto dei rivieraschi. Ma quando lo superano, la scarsa precisione e un pizzico di sfortuna, come sul palo centrato da Zaldua in avvio di ripresa, negano agli oltre mille trecento tifosi in tribuna la gioia di esultare.
Ciampelli cambia poco dopo il mercoledì da leoni contro il Valdichienti. Borghetti torna a fare coppia centrale con Trombetta ma per il resto conferma in toto la difesa. Dentro Magnanelli dal primo minuto e davanti le due punte Ambrosini-Zaldua con Mansour a supportarli da trequartista.
E’ l’Anconitana a fare la partita sin dalle prime battute. Nei primi dieci minuti di gioco Ambrosini ci prova al volo da posizione defilata ma non centra il bersaglio e la punizione di Trombetta viene deviata in corner dalla barriera. Alla mezz’ora sugli sviluppi di un angolo Magnanelli in acrobazia sul secondo palo spara di poco a lato. Nel finale di tempo su sponda di testa di Mansour Ambrosini calcia al volo ma la palla si impenna sopra la traversa.
Nella ripresa i dorici appaiono più determinati. Al 6′ Zaldua scappa via in area e calcia in porta ma il palo gli nega il golasso. E non è più fortunato Ambrosini che spiazza Palanca ma conclude di un soffio sul fondo. Rischiano invece i dorici al quarto d’ora su contropiede di De Panicis che a tu per tu con Battistini conclude a lato. Poi all’82’, Palanca sbaglia il rinvio e a Bruna offre ad Ambrosini una palla col contagiri. L’attaccante incrocia il diagonale di sinistro ma non inquadra lo specchio. Anche il forcing finale dei biancorossi non produce effetti e il risultato non cambia. L’Anconitana è così costretta a dividere la posta in vista della trasferta di Fabriano fra sette giorni.

ANCONITANA (4-3-1-2) Battistini; Pierdomenico (28’ st Marzioni), Borghetti, Trombetta, Micucci (34’ st Mercurio); Magnanelli (13’ st Giambuzzi), Bruna, Visciano; Mansour; Zaldua (28’ st Bordi), Ambrosini. All. Ciampelli.
GROTTAMMARE (4-3-1-2) Palanca; Orsini, Marini, Lanza, Ferretti; Haxhiu (22’ st Calvaresi), Carboni (27’ st Franchi), De Cesare; Ricci (15’ st Crescenzi); Cappelli (30’ st Nallira), De Panicis (41’ st Ferrari). All. Manoni.
ARBITRO: Ubaldi di Fermo.
NOTE: spettatori 1300 circa (abbonati oltre 500). Ammoniti: Micucci, Magnanelli, De Panicis. Angoli: 10-0. Recupero: pt 2’, st 4