L'ANCONITANA RALLENTA E PAREGGIA CON LA LAURENTINA

24 febbraio 2019 17:00
di Giuseppe Giannini

L'Anconitana frena e non va oltre il pari contro il fanalino di coda Laurentina. Sul neutro di Pergola gli ultimi della classe bloccano la capolista. I dorici finiscono imbrigliati nelle maglie dei locali che rinunciano completamente, o quasi, alla fase offensiva. Ma si difendono con ordine e grinta tanto da riuscire a mantenere inviolata la propria porta. Merito anche di un super Morresi, bestia nera dell'Anconitana, unico portiere capace di stopparla. Lo scorso anno tra i pali de Le Torri che violarono il Del Conero (0-1) imponendo ai biancorossi l'unica sconfitta dell'era Marconi. Questa volta a difesa della porta della Laurentina. Che memore dei sette gol subiti all'andata ha stretto le marcature. Poi la squadra di Nocera ci ha messo del suo. Giocando sotto ritmo tutto il primo tempo come in attesa del guizzo di qualcuno, della giocata personale. Per poi accelerare nel finale di ripresa, quando ormai rimaneva poco tempo, e la gara non si era ancora sbloccata. Troppo poco per la corazzata costruita dal Presidente Stefano Marconi capace di centrare 19 vittorie e 3 pari fino ad oggi in campionato. Resta consistente il vantaggio sulla Vigor (+9) che attende l'Anconitana al Bianchelli fra 15 giorni. In mezzo la gara interna con la Filottranese e il ritorno di coppa col Cantiano. Insomma un tour de force per i dorici che in dieci giorni si giocano buona parte degli obiettivi stagionali. 
Nel 4-3-3 di Nocera compongono il tridente Ruibal, Mastronunzio e Zaldua. In mezzo agiscono Visciano, Marengo e Venturim. Confermati i centrali Mercurio e Trombetta con Tommasini basso a destra. La novità è Scalella terzino sinistro, ma il giovane alza bandiera bianca per noie muscolari dopo 20' e al suo posto entra Zagaglia. Barattini risponde con un 4-4-2 molto abbottonato. Berardi agisce infatti da difensore aggiunto col compito di intercettare i rifornimenti per Mastronunzio che viene raddoppiato sistematicamente. Anche gli attaccanti partecipano alla fase di non possesso abbassandosi dietro la linea della palla per creare ulteriore densità in una metà campo già intasata di uomini. I biancorossi ci provano ma senza la cattiveria giusta ed esce così il risultato che non ti aspetti. 
Anche perché già dalle prime battute sembrava evidente la differenza tra le due squadre in campo con Fontana che anticipando Zaldua di testa indirizzava verso la propria porta. Subito provvidenziale Morresi che si distende. Ci prova da fuori Trombetta ma il suo tiro si abbassa dietro la traversa. Zaldua di testa non inquadra lo specchio, mentre l'incornata di Mastronunzio è preda del portiere. Fa quasi tutto bene Ruibal che palla al piede è imprendibile e si fa tutto il campo, ma poi non riesce a superare Morresi. 
Nella ripresa l'Anconitana insiste con Trombetta e Mercurio che si alternano in avanti da attaccanti aggiunti. Ma la Laurentina non cede di un centimetro e resiste a tutti gli assalti. 
Proprio Mercurio va in incursione salta due uomini e chiede lo scambio a Pucci sulla trequarti, ma il centrocampista offensivo tenta la conclusione di sinistro senza fortuna. Poi ci prova Zaldua dal vertice dell'area ben pescato da Trombetta, ma la conclusione in diagonale sfila a lato. 
Nel finale i dorici chiudono all'angolo i locali e battono corner a ripetizione ma la incornata di Trombetta esce di poco e quella di Tomassini viene neutralizzata da Morresi. Sempre Tomassini prova a risolvere l'ultima mischia ma la sua conclusione si spegne sul petto del portiere. Assalti vani è tardivi di una squadra apparsa in troppi elementi svogliata e senza il giusto attaccamento per la maglia. Una situazione ingiustificabile anche se non è sempre facile mantenere alta la concentrazione, in particolare in partite come quelle di Pergola. Ma i tifosi Anconetani, anche ieri al seguito nonostante la trasferta e il clima particolarmente rigido, meritano tutto un altro spettacolo e l'impegno non deva mai mancare. 

LAURENTINA-ANCONITANA 0-0 

LAURENTINA (4-4-2) Morresi; Biagetti, Avaltroni, Serafini, Fontana F.; Bartolomeoli, Conti (27’ st Orazietti S.), Berardi, Fiori (27’ st Orazietti L.); Caprini (41’ st Zandri A.), Montanari. 
All. Barattini. 
ANCONITANA (4-3-3) Lori; Tomassini, Mercurio, Trombetta, Scalella (22’ pt Zagaglia); Venturim (10’ st Pucci), Marengo, Visciano; Ruibal (22’ st Piergallini), Mastronunzio, Zaldua (33’ st Jachetta). All. Nocera. 
ARBITRO: Salvatori di Macerata. 
NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti: Bartolomeoli, Pucci, Fontana. Angoli: 0-7. Recupero: pt 3’, st 4’.

Main Sponsors
Exclusive Platinum Sponsors

Ultimo turno

30° giornata - Promozione Marche - Girone A
25/04/19 16:30

Cantiano CalcioVilla S. Martino3-4
Gabicce GradaraLoreto A. D.3-1
Ilario LorenziniFilottranese0-1
Mondolfo CalcioOsimana3-1
Osimo Stazione C. D.Vigor Senigallia1-3
S. VenerandaOlimpia6-2
ValfogliaAnconitana2-6
Villa MusoneLaurentina1-2

Classifica

1.Anconitana81
2.Vigor Senigallia71
3.Ilario Lorenzini54
4.Filottranese50
5.Valfoglia45
6.Gabicce Gradara42
Cantiano Calcio42
8.Mondolfo Calcio40
9.Osimana38
10.Osimo Stazione C. D.36
11.Loreto A. D.35
12.Olimpia34
13.Villa S. Martino30
14.S. Veneranda28
15.Villa Musone17
16.Laurentina13
Gold Sponsors
Bronze Sponsors
Techical Partner