MANITA DELL’ANCONITANA CONTRO LA FORSEMPRONESE

U.S. Anconitana > News > MANITA DELL’ANCONITANA CONTRO LA FORSEMPRONESE

L’Anconitana vince e convince contro la Forsempronese. Al debutto in panchina di mister Marino i biancorossi segnano 5 gol e rialzano la testa in campionato. Apre Mansour su invito di Giambuzzi e poi sale in cattedra Ambrosini che firma una tripletta. Chiude le marcature Zaldua con un gran gol dal limite. La rete della bandiera per gli ospiti è di Gallotti che in avvio di ripresa di testa riapriva la partita siglando il momentaneo 2-1. Ma al di là del risultato rotondo e meritato, senza voler togliere nulla alla squadra di Fossombrone scesa in campo senza timori al Del Conero e in partita fino al novantesimo, quello che salta agli occhi con l’arrivo del nuovo tecnico sono le palle gol create dall’Anconitana. Che sbaglia poco sotto porta ma potrebbe aver chiuso anche in anticipo la gara e reclama un paio di rigori, a prima vista più evidenti di quello poi assegnato al 90′. Segno che la squadra si è resa spesso pericolosa entrando con facilità gli ultimi sedici metri.
A prima vista Marino cambia poco, confermando uomini e modulo del suo predecessore ma i correttivi mirati danno i frutti sperati. Ambrosini, spesso larghissimo a sinistra, torna a far male agli avversari. Mansour con libertà di svariare su tutto il fronte d’attacco e alle mezzali Giambuzzi e Magnanelli da’ il compito di inserirsi in maniera sistematica. Ma più in generale è l’atteggiamento della squadra che soffre senza scomporsi troppo quando c’è da soffrire e poi va all’attacco con grande determinazione.
Anche se ne primo quarto d’ora il team di Fucili prova a spaventare l’Anconitana. Che parte contratta ma col passare dei minuti cresce e al quarto d’ora reclama un calcio di rigore. Ambrosini va giù nei sedici metri ospiti ma per l’arbitro è simulazione e ammonisce l’attaccante. I dorici insistono, Mercurio crossa da sinistra, Giambuzzi arpiona in area in acrobazia e poi di sinistro mette una palla col contagiri sulla testa di Mansour che anticipa tutti sul secondo palo e sblocca la gara. Sempre Mansour alla mezz’ora si incunea nei 16 metri e dal fondo crossa per Mercurio che gira di sinistro nel cuore dell’area con la palla che si alza di poco sopra la traversa. Ma il gol del raddoppio è nell’aria. Visciano lancia per Ambrosini che addomestica in area e con una rasoiata in diagonale raddoppia. I dorici non mollano la presa. Ambrosini in percussione entra nei sedici metri e impegna Piagnerelli che respingere di istinto. Sulla ribattuta si coordina Manganelli che non è fortunato. Come in chiusura di tempo quando di testa non riesce ad inquadrare il bersaglio da buona posizione.
Al rientro dagli spogliatoi la Forsempronese parte forte e accorcia le distanze con Gallotti di testa. Ma i biancorossi incassano il colpo senza indietreggiare e in contropiede segnano il 3-1. Micucci scappa a sinistra e taglia un traversone in area per Ambrosini che resta freddo e di prima intenzione fulminana il portiere. Al 22′ altro giallo con Mansour che entra in area e va giù, ma per l’arbitro è tutto regolare. Penalty rinviato allo scadere dei tempi regolamentari per un’uscita a valanga del portiere su Magnanelli. Dal dischetto va Ambrosini che spiazza Piagnerelli e firma la tripletta personale. Gli ospiti nel frattempo ci provavano con una punizione a giro di Ruio che sfilava di poco a lato. E allo scadere dei tempi regolamentari non riuscivano a capitalizzare una palla offerta da Battistini che non era preciso in uscita. Nei minuti di recupero arriva anche il gol del definitivo 5-1 di Zaldua che dal vertice dell’area infilava con un tiro a giro l’angolino basso alla sinistra del portiere.
Una vittoria importante che riconcilia la squadra coi tifosi e fa schizzare i dorici al quarto posto a -4 dalla capolista Atletico Gallo che attende la squadra di Marino domenica prossima a Montecchio. In mezzo restano Urbania e Porto D’Ascoli, a sole tre lunghezze, e il Marina a +2 dai dorici.

ANCONITANA-FOSSOMBRONE 5-1

ANCONITANA (4-3-3) Battistini; Bordi, Trombetta, Mercurio, Micucci (32’ st Cameruccio); Giambuzzi (16’ st Bruna), Visciano (41’ st Zagaglia), Magnanelli; Marzioni (32’ st Pierdomenico), Ambrosini (49’ st Zaldua), Mansour. A disp. Montuoso, Baciu, Terranova, Moretti.

All. Marino.

FOSSOMBRONE (4-3-3) Piagnerelli; Camilloni (19’ st Barattini), Buresta, Patarchi, Zandri; Paradisi, Pandolfi (46’ st Bucchi), Gallotti (41’ st Fontana); Loberti (19’ st Copa), Pagliari (46’ st Orci), Battisti. A disp. Chiarucci, Rosetti, Ruio, Orci, Arcangeletti.

All. Fucili.

ARBITRO: Cardelli di Pesaro.

RETI: 24’ pt Mansour, 34’ pt Ambrosini, 8’ st Gallotti, 14’ st Ambrosini, 45’ st Ambrosini (rig.), 51’ st Zaldua.

NOTE: spettatori 1200 circa ( di cui 546 abbonati). Espulso dalla panchina il dirigente Bucchi del Fossombrone. Ammoniti: Mercurio, Ambrosini, Battistini, Battisti, Loberti, Bordi, Piagnerelli, Pagliari. Angoli: 3-5. Recupero: pt 2’, st 6’.