L’Anconitana non va oltre il pari col Castelfidardo

U.S. Anconitana > News > L’Anconitana non va oltre il pari col Castelfidardo

L’US Anconitana non va oltre il pari col Castelfidardo. La gara del Del Conero finisce 1-1. Borghetti con una rovesciata da copertina delle figurine Panini manda in orbita gli anconetani che tornano sulla terra quando nella ripresa Shiba di testa su corner trova il gol del pari. Ma sono proprio gli ospiti a creare più occasioni. Mentre i dorici che erano partiti meglio finiscono per annaspare contro i biancoverdi.
Mister Ciampelli torna al 4-3-3. La novità in difesa è Bordi al rientro dalla squalifica dopo il rosso col Porto D’Ascoli e l’esclusione di Micucci. A centrocampo si rivede Bruna, play basso, con il tridente composto da Giambuzzi, Mansour  e Ambrosini. Lauro risponde con un modulo speculare, con capitan Shiba centravanti e Guido Galli, capocannoniere dell’Eccellenza dello scorso anno e Braconi a completare il tridente.
Avvio di match a chiare tinte biancorosse con Ambrosini che manca di un soffio la deviazione sull’invitante traversone di Giambuzzi. Ma è un fuoco di paglia e col passare dei minuti gli ospiti prendono coraggio e campo. Galli calcia sul fondo da posizione defilata dopo un batti e ribatti in area. Sampaolesi scappa in slalom e conclude dai sedici metri con Battistini che non si fa sorprendere. L’Anconitana reagisce e trova l’euro gol con Borghetti che sfrutta la torre di Giambuzzi e in rovesciata batte l’ex David. La reazione del Castello è immediata con Puca che incorna di testa su corner ad un metro dalla porta. Battistini di istinto salva il risultato. Ma il portiere dorico non può nulla nella ripresa quando sempre da tiro dalla bandierina è Shiba a svettare di testa e depositare in rete il gol del pari.
L’Anconitana non ci sta ma fatica enormemente a rendersi davvero pericolosa negli ultimi sedici metri. E allora ci prova Trombetta con una punizione delle sue che David smanaccia sopra la traversa. Ma è troppo poco. Perché gli ospiti mancano la porta e la vittoria col destro di Antogiovanni e il colpo testa di Braconi. Sarebbe stato troppo. Ma la prestazione incolore degli uomini di Ciampelli fa mugugnare i 1400 del Del Conero che a fine gara per la prima volta nella stagione non abbracciano virtualmente la squadra a cui chiedono attaccamento alla maglia e maggiore impegno.

ANCONITANA-CASTELFIDARDO 1-1

ANCONITANA (4-3-1-2) Battistini; Pierdomenico, Borghetti (8’ st Mercurio), Trombetta, Bordi; Magnanelli, Bruna (21’ st Micucci), Visciano; Mansour (38’ st Cameruccio); Giambuzzi (13’ st Zaldua), Ambrosini. All. Ciampelli.
CASTELFIDARDO (4-3-3) David; Sampaolesi, Puca, Zeetti (46’ st Rinaldi), Stortini; Bracciatelli, Antogiovanni, Capponi; Galli (18’ st Trofo), Shiba, Braconi (46’ st Ciuccomei). All. Lauro.
ARBITRO: Rogani di Macerata.
RETI: 42’ pt Borghetti, 15’ st Shiba.
NOTE: spettatori 1400 circa (di cui abbonati 546). Ammoniti: Galli, il tecnico Lauro e Capponi. Angoli: 5-8. Recupero: pt 1’, st 5’.