BUSIELLO & CO…..con la memoria corta. Urgono pillole di fosforo

U.S. Anconitana > News > BUSIELLO & CO…..con la memoria corta. Urgono pillole di fosforo

Come volevasi dimostrare anche in questa occasione non basta una presa di posizione ufficiale dell’US Anconitana per placare la brama di scoop di YOUTVRS, il giornale on line diretto dal giornalista Andrea Busiello collegato direttamente alla omonima emittente televisiva.
Come ormai è consuetudine della testata on-line del maceratese, le attenzioni rivolte alla Società Dorica attraverso la pubblicazione di informazioni distorte, contribuiscono alla formazione del giudizio che ormai da tempo abbiamo del giornalista sopra citato.
Vale la pena ricordare solo alcune delle ultime perle: era accaduto in occasione della sponsorizzazione della Trevalli, che nonostante un regolare contratto e i cartelloni esposti in bella vista allo stadio Del Conero, per il fido collaboratore della emittente commerciale il multitasking Claudio Comirato non sarebbe in essere. È accaduto per l’anticipazione sul possibile esonero di Ciampelli, ventilata lo scorso ottobre prima della gara interna col Castelfidardo, e avvenuta cinque partite dopo in cui l’Anconitana collezionava quattro pareggi ed una sconfitta. Fino all’indagine portata avanti in gran segreto sempre dal fido collaboratore della testata, il multitasking Claudio Comirato alla vigilia della gara di domenica contro la Forsempronese: un’istruttoria lanciata in gran segreto circa presunti dissidi tra il neo Mister Marino e la squadra. Archiviata l’istruttoria per mancanza di prove, parte il caso costruito ad arte per i tesseramenti, mai avvenuti, di due collaboratori di mister Marino.
Il sagace Busiello avrebbe inteso con assoluta certezza ,semplicemente da una foto dei due collaboratori da tesserare (ma non tesserati) attrezzati “con quanto occorre per guidare un allenamento” ,ovvero la tuta del club ed il cronometro”, che i due avessero già partecipato alla seduta di allenamento. Non sarebbe stato meglio verificare la “non notizia” con la Società? Archiviato anche questo scoop per mancanza di prove. Questi non hanno mai partecipato o condotto allenamenti proprio perché non tesserabili.
Ma il bello deve arrivare. Fa infatti sorridere il tentativo di mascherare i veri motivi di tanto astio verso la squadra del capoluogo regionale, perpetuata con costanza dal fido collaboratore di Busiello, Dorico vero, Claudio Comirato, quando si afferma che l’accordo proposto da TVRS all’Anconitana, con tanto di contratto scritto, e respinto al mittente, era volto esclusivamente a garantire la copertura delle gare dell’Anconitana.
Ma certamente deve trattarsi di un problema di scarsa memoria, perché l’emittente televisiva proponeva a fine Agosto 2019 un “progetto di partnership tra l’emittente e la US ANCONITANA”.
A rileggere bene la proposta, non corrisponde al vero che la richiesta economica fosse destinata a coprire i costi dei servizi offerti, tutt’altro. La cifra richiesta comprendeva una parte cospicua per ospitare la domenica, per almeno 20 puntate, nel segmento di programma “Le Marche nel Pallone” dedicato all’Eccellenza, dirigenti, staff tecnico ed in generale tesserati dell’US Anconitana, con la scelta degli ospiti decisa di comune accordo tra Anconitana e la redazione. Ma da quando per partecipare “ospiti” alla trasmissione bisogna pagare?
Infine, nel pacchetto offerto, “una pagina dedicata ai colori biancorossi (Anconitana Social Club???) sul sito www.youtvrs.it dove raccontare quotidianamente la vita della società. Con approfondimenti sulla prima squadra ed il settore giovanile. “
Solo una parte economica più contenuta era dedicata alle riprese delle gare del Campionato 2019/2020.
Nei giorni scorsi, il giornalista Busiello, ospite della prestigiosa ed ascoltatissima trasmissione radiofonica condotta da un professionista del calibro di Mauro Anconetani, in passato addetto stampa nelle numerose gestioni, da Schiavoni, a Petocchi a Marinelli ed infine Marconi, avrebbe ribadito che nessun accordo pubblicitario impone di scrivere sotto dettatura. E’ vero, ne siamo convinti. Altrimenti dove sarebbe la deontologia e la professionalità? Sarebbe inqualificabile solo pensarlo, Sarebbe scadente vendersi a logiche economiche.
In effetti, anche nel 2017, quando lo stesso Mauro Anconetani era l’addetto stampa dell’US Anconitana, senza ricevere nessun compenso, fu lui stesso a proporre a Marconi un contratto di pubblicità radiofonica con l’emittente nella quale collabora. Il Presidente accettò siglando un contratto dietro pagamento di un corrispettivo economico, a fronte della pubblicità di un noto marchio cosmetico di proprietà dello stesso Marconi. E le trasmissioni in radio dedicate all’Anconitana erano di tutt’altro tenore. D’altra parte si era vinto un campionato ed era giusto elogiare lo sforzo della Società. La stagione successiva Marconi decise di non rinnovare il contratto di pubblicità all’emittente radiofonica, ma, complice una gestione fallimentare del sodalizio dorico in campionato, lo stesso Mauro Anconetani, gia’ dallo scorso anno dove si e’ vinto tutto ciò che c’era da vincere, la linea editoriale cambio’ radicalmente, nel pieno diritto di libertà di pensiero.

Giuseppe Giannini
Responsabile della Comunicazione dell’US Anconitana