L’ANCONITANA NON VA OLTRE IL PARI CON LA VIGOR

U.S. Anconitana > News > L’ANCONITANA NON VA OLTRE IL PARI CON LA VIGOR

L’US Anconitana non riesce a sfruttare il fattore campo e si fa stoppare della Vigor Senigallia. La classifica non cambia perché pareggiano in trasferta anche Castelfidardo (a Urbania) e Atletico Gallo (col Marina), ma i dorici non sfruttano la chance al netto delle occasioni sciupate davanti agli oltre millecinquecento del Del Conero. Ai biancorossi  manca la vittoria, ma non mancano la reazione e le occasioni per riaddrizzare la gara. Manca anche un pizzico di fortuna, leggi il palo di Liccardi e l’infortunio di Giambuzzi, ma anche la freddezza ed il cinismo di buttarla dentro. Bruciano le palle gol non concretizzate nel primo tempo dopo il vantaggio. Ma la prestazione c’è stata.
Per fare male alla Vigor Marino schiera Ambrosini punta centrale con Mansour, Fiore e Giambuzzi a sostegno. In mezzo al campo lottano Visciano e Magnanelli. Confermato in toto il pacchetto difensivo con Trombetta e Micucci centrali, Pierdomenico e Bartolini sulle fasce.
L’Avvio di gara dà ragione al tecnico Biancorosso. La Vigor va in affanno e i dorici passano in vantaggio con una gran gol di Giambuzzi che poco prima aveva già impegnato Tavoni con un velenoso tiro da posizione defilata. Su cross da sinistra Sassaroli salta di testa e la palla ricade nella zolla di Giambuzzi che si coordina e firma al volo un golasso da altra categoria. Gli ospiti sbandano. Giambuzzi approfitta di un errore di disimpegno e prova a beffare il portiere sul palo lontano ma non è fortunato. Ci prova da oltre trenta metri Trombetta che impegna severamente Tavoni costretto a salvarsi in corner. Lo grazia Mansour che dopo aver soffiato palla a Magi Galluzzi spara a lato. Non sbaglia invece D’Errico, che sfrutta un esterno di prima di Lazzari. L’attaccante ospite fa rimbalzare la sfera, calcia al volo e pesca il jolly che vale il pareggio. Giambuzzi alza bandiera bianca per una noia all’adduttore. Al suo posto entra Cameruccio. Nel finale di tempo la rovesciata di Ambrosini non impensierisce il portiere dei rossoblu.
Nella ripresa l’Anconitana attacca a testa bassa e si fa infilare in contropiede. Lazzari di tacco libera D’Errico che entra in are a e serve Piergallini sul secondo palo. L’attaccante non sbaglia e segna il gol dell’ex. I biancorossi non ci stanno e la reazione è  veemente. Bartolini crossa da sinistra, Magnanelli irrompe sotto misura e trova il pari. La rete è da shock adrenalinico e Marino scarica la tensione con la panchina. I dorici ci credono. Ambrosini di testa smorza per Fiore che di sinistro costringe Tavoni a rifugiarsi in corner. Ancora Ambrosini affonda a sinistra e pesca Magnanelli sui sedici metri, ma il diagonale del centrocampista fa la barba al palo e sfila a lato. Ma l’occasione più ghiotta la serve Mansour a Liccardi con un passaggio filtrante. L’attaccante affronta Tavoni e scocca il tiro che si stampa sul primo palo. Ancora Liccardi protagonista nel finale per un presunto fallo da rigore. Ma per l’arbitro non c’è nulla. Nel finale ci prova anche Ambrosini da limite Tavoni para in due tempi. L’Anconitana chiude in attacco ma non basta a strappare i tre punti che avrebbero significato la testa della classifica.

 

Anconitana 2
Vigor Senigallia 2

ANCONITANA (4-2-3-1) Battistini; Pierdomenico, Micucci, Trombetta, Bartolini; Magnanelli, Visciano (18′ st Basualdo); Giambuzzi (38′ pt Cameruccio), Fiore (23′ st Liccardi), Mansour; Ambrosini.
All. Marino.

VIGOR SENIGALLIA (4-3-2-1) Tavoni; Savelli, Magi Galluzzi, Vitali, Rotondo; Nacciarriti (38′ st Tomba), Morganti, Sassaroli (18′ st Siena); D’Errico (32′ st Guerra), Lazzari; Piergallini (18′ st Cinotti).
All. Clementi.

ARBITRO Sabbouh di Fermo
.
RETI 16′ pt Giambuzzi, 36′ pt D’Errico, 4′ st Piergallini, 6′ st Magnanelli.
NOTE spettatori oltre 1500 (di cui abbonati 546). Ammoniti: Sassaroli, Tomba, Rotondo. Angoli: 10-0. Recupero: pt 1′, st 3′.