Day

Febbraio 2, 2020

L’ANCONITANA VINCE E RESTA IN VETTA

L’Anconitana espugna il Ciarrocchi di Porto D’Ascoli e resta da sola in testa. Sospinti da oltre cinquecento tifosi in trasferta i biancorossi centrano l’obiettivo a cinque minuti dal termine. Dopo essere passata in vantaggio alla mezz’ora la squadra di mister Marino si fa riprendere nel secondo tempo. Ma la reazione dei dorici è rabbiosa e con la doppietta del match winner Alex Ambrosini affondano i locali. Una vittoria importante e non solo per la classifica. Ottenuta su un campo ostico dove è servito più cuore che tecnica per centrare il risultato.
Marino lancia Fiore dal primo minuto per lavorare tra le linee con Ambrosini e Mansour larghi e Liccardi terminale offensivo. Dietro torna Micucci a fare coppia con Trombetta davanti a Battistini con Bartolini e Pierdomenico confermati sugli esterni. Parte meglio l’Anconitana che va vicina al gol con Ambrosini. Mansour crossa da sinistra e l’attaccante controlla e prova la rovesciata, di poco alta. Sempre Mansour offre con una torre su cross da destra un altro assist ad Ambrosini che sfiora la deviazione di testa. Gol rinviato al 24′ quando Visciano verticalizza per Liccardi. Il centravanti scarica per Ambrosini che di prima intenzione trova l’angolino basso alla destra del portiere. Un gran gol cercato e trovato dal bomber. I locali provano a reagire. I dorici si difendono senza mai rischiare veramente e nel finale sfiorano il raddoppio con Trombetta che di testa sul primo palo spedisce sulla rete dietro la traversa un corner battuto da Mansour.
Nella ripresa Napolano su punizione da oltre 30 metri trova pronto Battistini coi pugni. Per i dorici Fiore impegnana Di Nardo con un tiro dal limite. Al 20′ rimette tutto in discussione Verdesi che in percussione centrale calcia dai venti metri in diagonale. La sfera centra il palo e rimbalza sulla schiena di Battistini per poi finire in rete. Ma l’Anconitana non ci sta. Trombetta suona la carica con una punizione dalla sua zolla preferita di poco alta. Poi su una rimessa laterale di Bartolini direttamente in area Ambrosini brucia tutti e trova la zampata vincente sul primo palo. Un gol pesante che corona la reazione del gruppo e che consente ai dorici di festeggiare coi propri supporter una vittoria che vale la vetta solitaria. Un altro passo in avanti, ma l’Anconitana deve continuare a correre per vincere questo campionato. Intanto perché dietrono non mollano. E poi perché i biancorossi non possono più permettersi passi falsi.

PORTO D’ASCOLI     1
US ANCONITANA     2

PORTO D’ASCOLI (4-2-3-1) Di Nardo ; Petrini, Sensi, Vallorani, Pasqualini; Gabrielli, Rossi; Valentini (14’st Ruggeri 6), Napolano, Verdesi (44’st Di Tecco sv); Ciarmela (42’st Cinaglia). All. Zappalà

ANCONITANA (4-2-3-1) Battistini; Pierdomenico, Micucci, Trombetta, Bartolini; Visciano (11’st Basualdo), Magnanelli; Ambrosini (44’st Cameruccio sv), Fiore (42’st Giambuzzi), Mansour; Liccardi (37’st De Sagastizabal). All. Marino

ARBITRO Kovacevic di Arco Riva

RETI 24′ Ambrosini, 29’st autorete di Battistini, 39’st Ambrosini

NOTE Espulso a fine gara Marzioni; ammoniti Rossi, Visciano, Napolano, Trombetta, Gabrielli, Petrini e Fazzini dalla panchina; angoli 3-3; recupero 2’+4′; spettatori 700 circa di cui circa 500 anconetani.