Day

Settembre 23, 2019

Anconitana subito una vittoria al Del Conero

 

L’US Anconitana vince e convince contro il Sassoferrato Genga. Due gol del numero dieci Mansour regalano la prima gioia interna al pubblico biancorosso. Una vittoria che fa fare festa al Del Conero affollato da oltre 1300 tifosi per la prima gara casalinga della squadra del Presidente Stefano Marconi nel campionato di Eccellenza. Ma i dorici hanno sbloccato solo al 42′, dopo aver lavorato ai fianchi l’avversario con ripetute azioni offensive e senza rischiare nulla. Un susseguirsi di trame interessanti utili al team allenato da mister Davide Ciampelli per arrivare agevolmente alla conclusione. Nonostante infatti la formazione ospite abbia quasi completamente rinunciato alla fase offensiva per difendersi a pieno organico, i dorici hanno avuto una manciata di nitide occasioni prima di passare in vantaggio. La prima rete di Mansour, su assist di Ambrosini che lo mette a tu per tu col portiere, legittima così il gran lavoro del primo tempo. E non accontenta i locali che anche nella ripresa vanno subito a caccia del raddoppio. Il secondo gol arriva al 22′ su azione personale di Mansour, imprendibile per gli avversari, e ci sarebbero le occasioni per dilagare. Ma poi i dorici sono anche bravi a stoppare sul nascere ogni tentativo del Sassogenga di riaprire la partita.
Squadra che vince non si cambia e Ciampelli conferma modulo e uomini della prima di campionato. Davanti a Battistini agiscono Borghetti e Trombetta, con il baby Terranova e Micucci terzini. Bruna playmaker con Visciano e Magnanelli mezzali. Davanti il tridente Giambuzzi-Ambrosini-Mansour.
L’Anconitana sospinta dai propri tifosi parte forte e chiude gli ospiti nella metà campo. Nei primi dieci minuti di forcing i biancorossi battono 3 tiri dalla bandierina. Al quarto d’ora la prima vera conclusione verso la porta difesa da Spitoni con Ambrosini che spara di poco alto. L’attaccante insiste al 21′ ma il suo diagonale viene deviato sul fondo dal portiere. Alla mezz’ora ci prova Trombetta con una bomba su punizione da trenta metri, Spitoni non si fa sorprendere. Ma l’estremo difensore ospite non può nulla al 42′ quando Ambrosini ruba palla agli avversari e di prima intenzione taglia una rasoiata che mette Mansour in condizione di battere solo davanti al portiere. Il numero dieci dorico non si fa pregare e sigla il gol del vantaggio. Nella ripresa il Sassogenga prova a rialzare la testa, ma l’Anconitana dimostra di saper anche soffrire, per poi colpire. Col solito Mansour che scappa via a sinistra, dai 16 metri conclude di potenza e, complice anche la deviaIone di un avversario, supera Spitoni per la seconda volta. Forte del doppio vantaggio l’Anconitana controlla, senza rinunaciare alle ripartenza. Alla mezz’ora è ancora Mansour ad avere la palla giusta per chiudere definitivamente il match,   ma sulla sua conclusione interviene involontariamente Marzioni che respinge a portiere battuto. Ma va bene così e i biancorossi festeggiano i primi tre punti conquistati nel proprio stadio. Che si aggiungono ai tre presi in trasferta dall’Urbania senza subire gol e segnandone 3. Numeri che descrivono una squadra solida e volitiva, che fa dello spirito di gruppo uno dei suoi primi punti di forza come raccontato in sala stampa nel post gara anche dall’esperto difensore Cristian Trombetta.

ANCONITANA-SASSOFERRATO GENGA 2-0

ANCONITANA (4-3-3): Battistini; Terranova (20’ st Marzioni), Borghetti, Trombetta, Micucci; Magnanelli (33’ st Zaldua), Bruna, Visciano; Giambuzzi (20’ st Bordi), Ambrosini (46’ st Zagaglia), Mansour (40’ st Mercurio). All. Ciampelli.
SASSOFERRATO GENGA (4-4-2): Spitoni; Cicci (41’ st Zucca), Lapi, Procacci, Corazzi; Monacelli, Gaggiotti, Monno (20’ st Battistelli), Santamarianova (20’ st Nucci); Piermattei E. (15’ st Bellucci), Francioni. All. Ricci.
ARBITRO: Traini di San Benedetto.
RETI: 42’ pt e 22’ st Mansour.
NOTE: spettatori 1300 circa. Ammoniti: Cicci, Lapi, Corazzi
Angoli: 5-4. Recupero: pt 1’, st 4’.